martedì 10 gennaio 2012

Pan Brioche senza impasto ... ma gluten free!

Da quando questo post è stato pubblicato, sul food web non si è parlato d'altro...: una brioche che non si impasta non è cosa da poco...!  Anche io sono stata colpita dalla sofficità che traspare dalle foto e soprattutto dalla possibilità di fare un pan brioche con un'"impastatina veloce" e senza macchinette e impastatori vari, o pieghe pieghe e pieghe....
In molte l'hanno provato a fare... e hanno avuto ottimi risultati...ma  a convincermi è stato vedere il pan brioche di Dauly...( e anche un pò la mia pigrizia!) E così mi sono detta: proviamo! Memore di quello che ho promesso qui però ho deciso di farlo senza glutine, adattando la ricetta.
Il risultato non è stato affatto male, considerando che non esiste una farina forte senza glutine, che corrisponda alle caratteristiche della Manitoba. Appena sfornato il pan brioche è abbastanza soffice, ben alveolato. Poi si asciuga un pò, ma si mantiene bene, tipo un pan carrè. Nei giorni seguenti l'ho riscaldato sulla piastra, tipo pane bruschettato, e l'ho spalmato con marmellata per la colazione. Il sapore è molto gradevole e rappresenta una valida alternativa ai vari pani dolci comprati in farmacia.



panbrioche1



PAN BRIOCHE gluten free

250 g di farina B.aglut
100 g di burro fuso freddo
75 g di acqua a temperatura ambiente
50gr di latte tiepido
2 uova medie a temperatura ambiente
50 g di miele 
1 punta di cucchiaino di sale
un cucchiaino di lievito disidratato consentito
un tuorlo e qualche cucchiaio di latte per spennellare
granella di zucchero (controllate bene gli ingredienti...che non contenga amido di frumento!)

Per il procedimento vi riporto le parole di Tuki...
"Unire in una ciotola di vetro piuttosto capiente le uova leggermente battute, il miele, l'acqua, (io anche il latte ), il sale ed il burro fuso e mescolare bene con una frusta fino a rendere omogeneo il composto. Aggiungere la farina precedentemente mescolata con il lievito disidratato e lavorare brevemente con una forchetta fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Coprire con pellicola e lasciare 2 ore a temperatura ambiente prima di riporre in frigorifero, dove dovrà riposare almeno 24 ore o fino 5 giorni ".

Io l'ho lasciato per quasi due giorni, poi la sera l'ho ripreso, l'ho diviso in 8 palline e le ho sistemate in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato e coperto con un tovagliolo umido, come consiglia Tuki. L'ho lasciato a lievitare a temperatura ambiente per una notte, la mattina l'ho spennellato con il tuorlo sbattuto con qualche cucchiaio di latte e decorato con la granella di zucchero. Ho infornato a 180° per 15 minuti e poi ho abbassato a 160° per non farlo colorare troppo e ho ultimato la cottura...prova stecchino sempre.

panbrioche2


panbrioche

panbrioche3
Share:

36 commenti

  1. bellissima... chissà che buona

    RispondiElimina
  2. è proprio bella Fuji!!! complimenti della bella riuscita!

    RispondiElimina
  3. ciao!! spettacolare davvero!
    volevo avvisarti che l'indirizzo che hai llinkato non è corretto e da errore...c'è scritto cilieginasullatota...htmlr, e da errore.ciao ciao!

    RispondiElimina
  4. vedo che mantieni i buoni propositi per il 2012. Bravissima

    RispondiElimina
  5. Grazie Federica! Correggo subito!

    RispondiElimina
  6. quasi quasi ne mangerei una fettina stanotte a cena con una bella tazza di latte bianco...che bella ti è venuta!

    RispondiElimina
  7. io domani lo rifaccio perchè voglio vedere se ho avuto come prima volta la fortuna della principiante, visto che il risultato è stato notevole! del resto come il tuo, sulla terza foto ci affonderei la faccia!!!!

    RispondiElimina
  8. è uno splendore e npon posso non provarla che faccio solo ricette gluten free in questo periodo.grazie un bacio veronica

    RispondiElimina
  9. Ti adoro, semplicemente ti adoro!
    P.s. Ma le 8 palline poi le unite tutte in un unico stampo?

    RispondiElimina
  10. ...e questa non si può proprio non provare!!! :-)
    Grazie cara, ammirata ed annotata!!! ;-)

    RispondiElimina
  11. ...è semplicemente strepitoso. E l'idea di gustarlo con una bella e dolce marmellata...mmm...quella foto fa una gola!

    RispondiElimina
  12. interessante ricettina, sì!

    RispondiElimina
  13. Davvero strepitoso.Dev'essere buonissimo cosi' soffice e con un velo di marmellata e' perfetto sempre.

    RispondiElimina
  14. Che meraviglia! ... più lo vedo e più mi convinco che dovrei proprio provarlo!!

    RispondiElimina
  15. Bè direi che anche senza una farina di forza....è venuto benissimo e ne vorrei proprio un pezzettino!!!Buono complimenti sei mitica...

    RispondiElimina
  16. Fuji, caspita, questa è una ricetta di cui si deve far tesoro, ho un amica a cui piacerebbe molto il panbrioche visto che non puo' mangiarlo e questa ricetta me la salvo, una volta gli faro' una sorpresa ^_^

    RispondiElimina
  17. il risultato gluten-free è molto "yummy": brava come sempre.
    E pensa, non sapevo nulla di panbrioche senza impasto fino a ieri sera, mi sono segnata una ricetta da un altro blog, stuzzicata dalla semplicità della procedura. Ma alla radice c'era sempre Tuky. Un abbraccio ;)

    RispondiElimina
  18. Bellissimo e buono si vede che e morbidissimo troppo bello ce lo devo fare a mia figlia ciao

    RispondiElimina
  19. Beh ma allora devo assolutamente provarlo pure io!!!!! e' nella mia lista dei "to do" ora!!!! bravissima....e' spettacolare!

    RispondiElimina
  20. Anceh io l'ho vista la ricetta...penso che tutte andiamo da Tuki a sbirciare...la tua versione glutenfree renderà felici moltissime persone...buona giornata
    loredana

    RispondiElimina
  21. Grazie a tutte di essere passate a sbirciare e a incoraggiarmi! Per Stefania Fantasie: le palline le ho messe tutte insieme nello stampo: prima una, poi due, due, due(non allineate, una un pò più in su dell'altra) e infine una. Lievitando si sono unite formando una specie di treccia...:)

    RispondiElimina
  22. Sembra sofficissimo...la prossima volta però voglio le foto delle palline perché non ho ben capito come hanno fatto a formare un plumcake :(

    RispondiElimina
  23. Anna Lisa, lievitando si ingrossano e si uniscono...hai presente il danubio?:)

    RispondiElimina
  24. ce l'ho stampata anche io questa ricetta ... è ora di provarci !!!

    RispondiElimina
  25. Anch'io sono caduta in tentazione e l'ho preparato durante le feste di Natale... non contenta l'ho anche regalato, buonissimo! E come te dopo un paio di giorni l'ho tostato e spalmato con la marmellata d'arance, non ti dico.
    Sono felice che anche senza la farina di forza sia riuscito così bene, una golosità in più per i celiachi ;)

    RispondiElimina
  26. ha un aspetto soffice soffice e immagino solo che sapore! :P

    RispondiElimina
  27. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  28. Carino il tuo blog... hai qualche ricettina da consigliarmi per la mia pagina sul mio blog
    www.pulci3g.blogspot.com

    l'invito è rivolto ovviamente anche a tutte le altre tue care lettrici

    RispondiElimina
  29. mi ha segnalato la tua ricetta lo zio piero, bello questo panbrioche!
    e goduriosissima anche la marmellata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la visita e allo zio per la segnalazione! La marmellata è di prugne, aromatizzata al maraschino...home-made naturalmente! :)

      Elimina
  30. segnata la ricetta! è un bel panbrioche! c'è da attendere un po'ma si può fare, non uso la B-Aglut proverò con farina di riso glufree vediamo un po' se mi riesce, ciaoo

    RispondiElimina
  31. Io l'ho fatto, lievitato 4 giorni nel frigo, bello da vedere, cotto la sera per la colazione....delusione totale. Era già secco, è finito subito in pattumiera, cosa ho sbagliato?

    RispondiElimina
  32. Eccolo! Bello! Con la farina che ho usato io oggi si mantiene molto molto bene ;) Appena ho notizie su come e dove reperirla te lo dico :)

    Un abbraccio!

    RispondiElimina

AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELLA L. 633/1941 E S.M.I,, È ESPRESSAMENTE VIETATO RIPRODURRE, COPIARE, PUBBLICARE, TRASMETTERE, DISTRIBUIRE, IN TUTTO O IN PARTE, IN MODO DIRETTO O INDIRETTO LE PAGINE CHE COSTITUISCONO IL BLOG, NONCHÉ IL MATERIALE, TESTI E FOTO, PROTETTI DAL DIRITTO D'AUTORE, CON QUALSIASI MEZZO, SENZA AVER OTTENUTO PREVENTIVAMENTE IL CONSENSO E SOLO A CONDIZIONE CHE VENGA CITATA CHIARAMENTE LA FONTE.

Blog Design Created by pipdig