lunedì 2 maggio 2016

Amor Polenta... e un autunno "così è...se vi pare"!

 
Di certo questo mese di maggio non è iniziato nel migliore dei modi. 
In verità nemmeno quest'anno è iniziato nel migliore dei modi.
E nemmeno il precedente.
La mia vita è cambiata  e continua a cambiare ogni giorno, lentamente e inesorabilmente.
Non è facile.
L'importante è la salute. Lo so. Me lo ripeto dal febbraio dello scorso anno. 
Cerco di non perdere la speranza, di essere forte. Tutto deve essere "normale" e sereno, per loro almeno.
Ma ora sta diventando più pesante da sopportare e la cosa più grave è che sento che quello che vivo mi sta cambiando, ci sta cambiando.
Aspetto una primavera che tarda ad arrivare, una primavera che sembra non volerci avvolgere con la sua calda brezza.

La ricetta originale è di Nonna Paperina... io l'ho solo alleggerita un po'.
 Ingredienti:
  • 100 gr. farina finissima di mais (fioretto)
  • 100 gr. farina finissima di riso
  • 80 gr. farina di mandorle
  • 120 gr. zucchero a velo
  • 120 gr. burro chiarificato (io ho usato 60gr di burro e 100g di yogurt greco)
  • 3 uova intere
  • 1 bustina lievito
  • mezzo bicchiere di  amaretto di Saronno

 In una ciotola lavora a crema il burro e lo zucchero a velo e incorpora le uova, una per volta. Amalgama bene il tutto, unisci lo yogurt e lavora bene con le fruste. Infine unisci l'aroma e le farine miscelate con il lievito. Versa l'impasto nell'apposito stampo o in uno stampo da plumcake, ben imburrato e infarinato e inforna a 180° per 35-40 minuti (sempre prova stecchino per essere sicura della cottura ottimale).

Sforna il dolce, fai raffreddare perfettamente, sforma e completa con una spolverizzata di zucchero a velo e accompagnalo con una tazza di tè fumante.