Recent Posts

venerdì 28 aprile 2017

Torta integrale alle mandorle con sciroppo di fragole : healthy, light e gluten free


Ultimamente i valori del mio sangue sono un po' sballati...: glicemia, colesterolo, transaminasi, ferro.... Capita quando laceliachia è tua compagna di vita, capita quando sei una foodblogger golosona... Urge quindi stare un po' a dieta: niente zucchero raffinato, niente burro, niente farina raffinata... sì alle farine integrali e alternative, sì all'olio extravergine d'oliva al posto del burro, sì allo zucchero di canna ( o miele o sciroppo di agave)... Poche e sane abitudini alimentari, qualche passeggiata sul lungomare e qualche pensiero positivo e tutto dovrebbe tornare a posto.
Share:

venerdì 21 aprile 2017

Friselle o freselle integrali e senza glutine



Le Friselle (o Freselle) sono delle ciambelle di pane biscottato tipico della mia regione: si consumano dopo averle ammorbidite nell'acqua e accompagnandole a  ciò che ci piace : il mio condimento preferito è a base di pomodori, cipolle di Tropea, sale, olio e origano. D'estate sono la mia cena veloce e durante l'anno rappresentano il mio "pane d'emergenza".
Un tempo quando le friselle si facevano in casa non bastava solo passarle sotto l'acqua (come quelle che oggi si trovano al super...) ma bisognava lasciarle a mollo in acqua e aceto anche per 30-40 minuti per farle ammorbidire.
Share:

venerdì 7 aprile 2017

Mini Tiramisù alla nocciola facile e veloce


Ci sono giorni in cui sono talmente stanca da non avere voglia di fare nulla... e che ci crediate o no, nemmeno di accendere il forno.
La vita di una mamma-moglie-blogger-prof non è facile. A volte mi dico che non  mi basterebbe una giornata fatta di 48 ore per riuscire a fare tutto ciò che vorrei. Altre volte invece  quelle 48 ore me le farei di sonno, di filato e senza “passare dal via”!
E caso strano... proprio in quegli stessi giorni ho anche un'irrefrenabile voglia di dolce... di un bel dolce coccoloso e rassicurante, goloso ma senza complicazioni... un dolce che non tradisce mai... Sì. Proprio lui. Un bel Tiramisù... non per niente ha un nome che è una garanzia in quelle "giornate lì".
Infatti il nome di questo mitico dolce, come racconta un’auterevole fonte,  deriva dalle elevate capacità nutrizionali dei suoi ingredienti (uova, zucchero, savoiardi, caffè, cacao…) che si ispirano a quelli dello “sbatudin”, dolce povero ed energetico della tradizione veneta a base di tuorlo d’uovo montato con lo zucchero, destinato soprattutto ai bambini, agli anziani e ai convalescenti, anche se in realtà le origini di questo mitico dessert sembra risalgano addirittura a Cosimo III de’ Medici!
Personalmente adoro il Tiramisù tradizionale: l’amaro del caffè e del cacao trovano il loro ideale completamento nei savoiardi e nella crema di mascarpone,  ma qualche giorno fa ho fatto questa versione mini, e per non farmi mancare proprio nulla, ho unito alla ricetta il mio gusto preferito... la nocciola! E siccome non avevo savoiardi, previsti nella ricetta classica del Tiramisù, li ho sostituiti con dei frollini al cacao. Un successone! Facilissimo, velocissimo e goloso al punto giusto: 10 minuti di coccole per ripartire con il piede giusto.

A volte basta veramente poco per dare a una giornata nera un sapore...ehm... un colore diverso!



 Ingredienti:

  • 150g di frollini al cacao (per me senza glutine)
  • 2 uova
  • un cucchiaio di pasta di nocciole
  • 200gr di mascarpone
  • 150gr di panna da montare
  • 2 cucchiai  di zucchero
  • 2 tazzine di caffè 
  • Bayleis (opzionale ma ci sta proprio bene! )
  • cacao amaro
per 6 - 8 persone

Separa i tuorli dagli albumi e monta i tuorli con lo zucchero. Unisci il mascarpone e e la pasta di nocciole e amalgama bene alla crema di uova. Monta gli albumi a neve e metti da parte.  Monta la panna e uniscila agli albumi mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli. Infine unisci le due masse delicatamente (tuorli e albumi) mescolando delicatamente.
Mescola il caffè con 1 tazzina d'acqua e 1 di Bayleis.
Sistema uno strato di biscotti nella cocotte monoporzione o in una coppa , spennellali con la bagna al caffè, spalmaci sopra un cucchiaio di crema quindi ripeti l'operazione con un  secondo strato di biscotti e di crema e un terzo strato. Completa con un'abbondante spolverizzata di cacao amaro e qualche ciuffetto di crema.

Se vuoi pastorizzare le uova per renderle più sicure prepara uno sciroppo con acqua e zucchero e portalo a 121°, quindi versalo a filo sui tuorli già montati, continuando a montare con la frusta elettrica fino a che non si raffredderanno. Per pastorizzare gli albumi fai la stessa operazione.



Share:
Blog Design Created by pipdig