giovedì 4 dicembre 2014

Io, Casta Diva per un giorno... con Luca Montersino!



 Valigia caricata in macchina, reflex in borsa sempre a portata di mano, cellulare pronto a messaggiare con i bimbi: ore 18,00... si parte! Destinazione Como: 1300km da macinare in poco più di dodici ore. Il Signor Fujiko, compagno di vita e di avventure, alla guida...io secondo pilota...alias dopo mezz'ora di macchina mi addormento. Con la "Fanfara dei Bersaglieri" nelle orecchie guidiamo (più che altro lui...) nel buio della notte e dopo una sosta per riposare un po' in mattinata siamo a Como... Casta Diva Resort & Spa dove alle 14,00 ci attendeva l'uomo che ci aveva trascinate tutte qui, io e le mie compagne di class... cooking class!
 Non ci sono parole per descrivere l'incanto della location: un complesso di ville adagiate sul lago di Como e arredate in stile ottocentesco. Sembra che la villa principale fosse appartenuta ad una famosa cantante lirica che aveva una liaison con il musicista Vincenzo Bellini, che abitava dall'altra parte del lago (da qui il nome "Casta Diva"). Una cosuccia da nulla insomma.
Appena arrivati ci siamo sistemati nella nostra camera color oro, con un bagno grande quanto la mia camera da letto, e poi siamo tutte corse a prepararci per la cooking class. Come tutte chi? Io e le mie compagne, le Top Blogger Ventura!
Come vi avevo già accennato nel post precedente,  Ventura, che opera da più di 70 anni nel mondo della frutta secca, sta portando avanti un progetto innovativo e interessante: chef e blogger sono due elementi importanti di un nuovo modo di fare cucina, in cui la grande professionalità ed esperienza degli chef stellati si fonde alla comunicazione fresca e spontanea del mondo dei foodblogger. In sinergia Top Chef e Top Blogger lavorano insieme per avvicinare il grande pubblico al food di qualità, spalancando le porte delle cucine più prestigiose ed importanti.

Ops...sono già le 14,00....! Ci aspetta LUI! Corriamo!


Che dire? Le immagini parlano da sole!
Fa un certo effetto vederlo dal vivo al lavoro. Mille volte ho visto i suoi programmi in tv, le sue apparizioni, ho divorato i suoi libri.... ma vederlo lì all'opera, per due intere ore, a meno di un metro da me è stato veramente fantastico. Le sue mani sembravano danzare mentre mescolava, impiattava, decorava... facendo apparire facile tutto quello che faceva. E mentre produceva la perfezione con una spatola e un anello da pasticceria, ci travolgeva con la sua simpatia e ironia. Ci ha spiegato talmente tante cose che alla fine della class quasi quasi mi sentivo pronta a impastare anch'io! Quasi quasi ho detto.... ? Mi correggo: l'abbiamo proprio fatto! Certo non le meravigliose torte che aveva preparato lui, ma nel nostro piccolo, anche noi blogger ci siamo messe alla prova: divise in gruppi abbiamo preparato biscotti e tartufi seguende le ricette del Maestro. Io e Fedora, la mia compagna di squadra, abbiamo preparato dei tartufi alla nocciola.
Protagoniste indiscusse le nocciole Ventura.
E vi dirò di più..: il maestro Montersino li ha anche assaggiati ed è sopravvissuto!


Insomma è stato un pomeriggio memorabile che ha avuto il suo apice con la consegna di un attestato di partecipazione e del nuovo libro che Montersino ci ha regalato ( previa dedica personale..ihihihih).
La serata si è conclusa ovviamente al tavolo del ristorante dove abbiamo potuto gustare tutto ciò che lo chef (non solo pasticcere) ci ha preparato insieme al suo staff, anzi colgo l'occasione per ringraziarlo per avere predisposto l'intero menu anche in versione gluten free.



Prima di concludere questo racconto chilometrico volevo ringraziare chi ha permesso che mi sentissi anche io una Casta Diva, almeno per un giorno, e anche una Top Blogger, ovvero l'azienda Ventura che non si smentisce mai per professionalità e per gli altissimi standard qualitativi, e dulcis in fundo, Luca Montersino, un grande maestro e un grande uomo.






Se volete saperne di più qui trovate i racconti delle altre Top Blogger:
Silvia
Fedora