venerdì 24 aprile 2020

Ricette in quarantena #5: Ciabatte 130% con farina MixB





 In questo periodo di quarantena ho scoperto una nuova passione: abbandonata momentaneamente la macchina fotografica, ho aperto un canale youtube dove carico le mie videoricette attraverso le quali è più facile per chi vuole cimentarsi nelle preparazioni gluten free capire come vanno lavorati gli impasti per ottenere ottimi risultati .
Ieri sera mi sono accorta di avere finito il pane e quindi mi sono messa all'opera. Avendo in casa della farina MixB ho iniziato a impastare e idratare sempre di più, per capire quanto potessi spingermi e così sono nate queste ciabattine al 130% di idratazione, soffici e leggere. Poichè era un esperimento, tra l'altro fatto di sera, non ho avuto modo di riprendere i passaggi ma ho fatto solo qualche foto al volo per me: spero comunque  possano aiutarvi a capire meglio i vari passaggi.
Per la lievitazione  ho utilizzato il mio licoli rinfrescato il giorno prima... solo 70 g, poichè avendolo usato anche per fare il pane con glutine, a momenti rischiavo di consumarlo senza accorgermene. 
A presto e fatemi sapere se proverete a farlo!


Ciabatte 130%


  • 300g di farina MixB Schaer
  • 70g di licoli ( o 7 g di lievito fresco o 2,5 g di lievito secco )
  • 390g di acqua ( o 430 se usi il lievito fresco o secco)
  • un  cucchiaino e mezzo di sale
  • olio per lo stampo da lievitazione
  • farina di riso per la formatura


Versa il licoli in una ciotola e aggiungi 300ml di acqua. (se non usi il licoli sbriciola il lievito in  340ml  di acqua tiepida, aggiungi una puntina di zucchero o  miele, mescola bene e lascia riposare per 5 minuti).
Versa nella  ciotola il mix un po' alla volta e comincia a mescolare con una forchetta.
Quando avrai aggiunto 3/4 della farina unisci la rimanente acqua (90 ml circa ) in cui avrai versato il sale, quindi aggiungi la rimanente farina.
Mescola ancora con la forchetta : dovrai ottenere un impasto dalla consistenza molto morbida.




Versa l'impasto in un contenitore di plastica rettangolare, di quelli con il coperchio, ben unto di olio, copri e lascia lievitare per tutta la notte (12 ore almeno).




prima













dopo la lievitazione

 









Trascorso il tempo della lievitazione ribalta l'impasto su un piano infarinato con farina di riso finissima e con l'aiuto di un tarocco dividilo in sei parti.












Con molta delicatezza sposta le ciabattine su un foglio di carta da forno ben infarinata con farina di riso.



Accendi il forno alla massima temperatura ( il mio 240°), mettici dentro una teglia vuota sul primo ripiano da baso e un pentolino con acqua (servirà per creare vapore) appoggiato sul fondo del forno. Quando il forno sarà arrivato a temperatura inforna le ciabattine facendo scivolare sulla teglia rovente il foglio di carta da forno sulle quali sono appoggiate.
Fai cuocere a 240 per i primi dieci minuti quindi togli il pentolino e abbassa la temperatura a 220. Cuoci per altri 10 minuti quindi abbassa a 200 e sposta la teglia nel ripiano centrale del forno. Finisci la cottura lasciando cuocere per altri 15 minuti quindi spegni il forno,apri lo sportello e lascia raffreddare le ciabatte dentro il forno per almeno 15 minuti.









Share:

2 commenti

  1. Hanno un aspetto meraviglioso! Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
  2. A new sport begins and gamers are allowed to remove their winnings and place wagers for the upcoming spin. To me, it does not matter if you gamble for real cash or you use free 온라인카지노 chips to play a freeplay sport of roulette on-line. My mission is to allow you to in all the roulette strategies that may allow you to get probably better outcomes than you do today.

    RispondiElimina

AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELLA L. 633/1941 E S.M.I,, È ESPRESSAMENTE VIETATO RIPRODURRE, COPIARE, PUBBLICARE, TRASMETTERE, DISTRIBUIRE, IN TUTTO O IN PARTE, IN MODO DIRETTO O INDIRETTO LE PAGINE CHE COSTITUISCONO IL BLOG, NONCHÉ IL MATERIALE, TESTI E FOTO, PROTETTI DAL DIRITTO D'AUTORE, CON QUALSIASI MEZZO, SENZA AVER OTTENUTO PREVENTIVAMENTE IL CONSENSO E SOLO A CONDIZIONE CHE VENGA CITATA CHIARAMENTE LA FONTE.

Blog Design Created by pipdig