lunedì 30 giugno 2014

Non conventional Tartufo Nero semifreddo, variante "Foresta Nera" e "Pistacchio" (senza glutine, senza uova) !



Lo sapete, vero, che mio marito non ama i dolci.  Gli unici che "sopporta" sono quelli al cioccolato.
- Che dolce ti faccio???? Uno che poi mangerai... -
- Lo sai che i dolci non mi piacciono...-
- Ma daaaaai! Posso avere la soddisfazione di vederti mangiare un dolce fatto da me?????-
Pausa di riflessione con stizza.
Sguardo che cade non curante su uno stampo a mezza sfera in silicone (si... spuntano fuori dappertutto... vivono di vita propria ormai!).
- E se ti facessi un tartufo come quello che ti mangi al ristorante???-
- Nero però! -
E tartufo nero fu.
Ma non un tartufo nero classico.... l'ho fatto con la ricetta del gelato magico: semplice, veloce e buono! E poi adatto anche a chi  è intollerante al glutine e alle uova.



 Ingredienti:

per il gelato al cioccolato
  •  200ml di panna da montare non zuccherata (anche vegetale)
  •  170g di latte condensato (la ricetta per farlo in casa la trovate qui)
  • 100gr di cioccolato fondente al 70% di cacao (o almeno al 55% se non amate il gusto troppo carico)
per il gelato alla panna
  • 100ml di panna da montare non zuccherata (anche vegetale)
  •  80g di latte condensato (la ricetta per farlo in casa la trovate qui)
  • 5 amarene sciroppate col loro sciroppo
per tartufare 
  • 50gr di zucchero
  • 50gr di cacao amaro
per 5 tartufi


 Il procedimento è molto semplice: monta la panna in una ciotola. In un'altra mescola il latte condensato con il cioccolato fuso a bagnomaria e intiepidito. Unisci le due masse, mescolando dal basso verso l'alto e metti in frigo.
Prepara il gelato bianco montando la panna e versandoci a filo il latte condensato appena comincerà a ispessirsi.Voilà!
Montiamo i tartufi:
aiutandoti con un sac à poche, riempi lo stampo col gelato al cioccolato, lasciando una cavità centrale vuota che riempirai con il gelato alla panna e un'amarena sciroppata .

stampo per tartufo in silicone Pavonidea

Ricopri con il rimanente gelato bianco e pareggia bene la base.
Metti lo stampo in freezer per sei ore...o anche tutta la notte.
In una ciotola mescola il cacao amaro con lo zucchero e dopo avere sformato i gelati passali velocemente nella miscela e ponili  in freezer fino al momento di servirli.












Ecco l'interno con l'amarena che fa capolino.
Oltre a questa versione ne ho fatta un'altra, la preferita di mio marito che ha l'interno al pistacchio.



 Procedi allo stesso modo della ricetta precedente, unendo però al gelato alla panna un paio di cucchiai di pasta di pistacchio e sostituendo l'amarena con dello sciroppo al cioccolato ( la ricetta la trovi qui).

Alla prossima!
Share:

15 commenti

  1. Ma che meraviglia quell'amarena che fa capolino!

    RispondiElimina
  2. Cioè, a tutto marito non piacciono i dolci??? Lo invidio, da morire! Io vivrei solo di quelli…
    E questo, non fa eccezione!
    P.s. Per festeggaire il mio 18 anno di matrimonio, siamo andati alla Madia di Pino Cuttaia e siamo stati un fine settimana a Licata. Abbiamo mangiato meravigliosamente bene, neanche a dirlo, ma sai una cosa? Mi è mancato il dolce!!! Senza glutine c'era solo il gelato! :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a chi lo dici???? Io vivo di dolci! Meno male che ho mio figlio altrimenti sarei una mongolfiera: le due femmine come il papà...solo cioccolato. ;)

      Elimina
  3. E' bellissimo Angela!!! Prima o poi voglio provarlo!

    RispondiElimina
  4. complimenti,difficile decidere il gusto da provare

    RispondiElimina
  5. oh santo cielo!!! è spettacolare!! i manca lo stampo, ma ce l'ho praticamente sotto casa, lo compro e ti scopiazzo impunemente! Io l'unica volta che ho mangiato il tartufo è stato a Pizzo e lo fanno anche GF..ma vuoi mettere fatto in casa?! Io adoro i dolci, ti faccio compagnia io! bravissima. Un bacio

    RispondiElimina
  6. Tra l'altro adesso che ci penso, anch'io ho fatto l'anno scorso un gelato magico praticamente uguale al tuo, ma non ho mai pensato di farci un tartufo!!!!! Grazie grazie per l'idea!!!!!

    RispondiElimina
  7. ...non sarò MAI in grado di rifarlo a casa, ma potrei serenamente mangiarne una tonnellata!

    RispondiElimina
  8. Ho iniziato a preparare il latte condensato (la tua ricetta che mi era sfuggita...Favoloso!!!) e il topping al cioccolato (vorrei provare a fare i tartufi al pistacchio) e speravo di riuscire a fare tutto ieri sera non considerando i 3000° del latte!
    Stasera procedo con la formazione dei tartufi poi ti saprò dire..ma già solo l'idea di un semifreddo senza uova mi piace tantissimo!!!!
    Grazie
    Silvia

    RispondiElimina
  9. Alla fine sono riuscita a fare il tartufo...Meraviglioso!!!!!
    E' perfetto, cremoso ma senza uova..fantastico!!!! Grazie

    Ma il latte condensato (me ne è avanzato un pochino) quanto dura aperto?

    Ancora grazie per questa ricetta che passa in testa a tutte le altre...
    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il latte condensato ci puoi fare due cose: o lo conservi in frigo ben chiuso (può stare fino a un mese circa) o lo fai bollire chiuso in un barattolo ermetico per alre tre ore e otterrai una sorta di dulche de leche/caramello mou che potrai usare per variegare gelati, torte, cheesecake, farcire biscotti o mangiartelo a cucchiaiate! ;)

      Elimina
  10. No ma questa è una delizia!!! Apprezzo il fatto che non utilizzi la gelateria, dato che non tutti la possiedono!! Spero che tuo marito abbia apprezzato questo dolcino! Io sicuramente si!!

    Un bacione

    Se ti va di fare un salto da me ! http://chedolcefai.blogspot.it

    RispondiElimina

AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELLA L. 633/1941 E S.M.I,, È ESPRESSAMENTE VIETATO RIPRODURRE, COPIARE, PUBBLICARE, TRASMETTERE, DISTRIBUIRE, IN TUTTO O IN PARTE, IN MODO DIRETTO O INDIRETTO LE PAGINE CHE COSTITUISCONO IL BLOG, NONCHÉ IL MATERIALE, TESTI E FOTO, PROTETTI DAL DIRITTO D'AUTORE, CON QUALSIASI MEZZO, SENZA AVER OTTENUTO PREVENTIVAMENTE IL CONSENSO E SOLO A CONDIZIONE CHE VENGA CITATA CHIARAMENTE LA FONTE.

Blog Design Created by pipdig