lunedì 5 settembre 2011

Crema di limoncello e sciroppo al limone

Non sono un'amante dell'alcolici, non capisco nulla di vini e il liquori li uso solo per aromatizzare i dolci. Se bevo un vino bianco, che è l'unico che apprezzo, dopo mezzo bicchiere mi sento le braccia e le gambe pesanti, dopo un bicchiere invece divento brilla e rido a tutto spiano.
Ma c'è una cosa che amo bere, oltre alle bollicine ovviamente: il limoncello e ancor di più la crema di limoncello, e se la benzina sapesse di limone forse amerei bere anche quella.
Il limone, il suo intenso profumo, è tra i frutti quello che sento più mio. Adoro il suo profumo, così fresco e intenso, adoro il suo sapore, così aspro e dissetante, e il suo colore così solare. Da piccola li mangiavo a fette con un pizzico di sale... tradizione che ho mantenuta anche da adulta e che ha toccato l'apice durante le mie tre gravidanze...!
Per cui appena ho avuto l'occasione di trovare 10 bei limoni biologici (gli ultimi ormai...) nell'orto di mio suocero mi sono messa subito al lavoro! E la cosa bella è che ne ho fatto non solo la crema di limoncello, ma con il succo ho fatto lo sciroppo al limone, per avere sempre a portata di bocca una bella limonata fresca in 30 secondi (o anche  un bel sorbetto!).


CREMA DI LIMONCELLO

la buccia di 10 limoni BIO
mezzo litro di alcool a 95°
un litro di latte intero
400ml di panna
1 chilo di zucchero

Asportiamo la buccia da 10 limoni ben puliti con un pelapatate, in modo da prelevare solo la parte gialla. Mettiamo le bucce in un barattolo di vetro e versiamoci sopra l'alcool; chiudiamo ermeticamente e lasciamo in infusione per due settimane, possibilmente in un posto fresco e buio, avendo cura di scuotere il barattolo ogni tanto.
Trascorsi i 15 giorni, mettiamo in una pentola il latte, la panna e lo zucchero e facciamo sobbolire il tutto per un paio di minuti, fino a che lo zucchero non risulti completamente sciolto. Facciamo raffreddare bene (mi raccomando, è importante!) quindi uniamo il nostro alcool al limone, filtrandolo attraverso un colino. Mescoliamo bene e imbottigliamo. 
Consiglio di consumarlo dopo almeno una settimana e di tenerlo in freezer per gustarlo sempre alla giusta temperatura!




en francais



Crème de Limoncello

le zeste des de 10 citrons  BIO
un demi-litre d'alcool à 95 °
un litre de lait entier
400ml de Crème de lait 
1 kilo de sucre


Enlever le zeste de 10 citrons ( déjà lavés) avec un éplucheur de légumesafin d'enlever seulement la partie jaune. Mettre les zestes dans un bocal en verre et verser l'alcoolfermer hermétiquement et laisser infuser pendant deux semainesde préférence dans un endroit frais et sombre, en prenant soin de secouer le bocal occasionnellement.
Après 15 joursmettre dans une casserole le lait, la crème de lait et le sucre et laisser bouillir pendant quelques minutes, jusqu'à que le sucre soit entièrement dissous.Laissez refroidir (je vous recommande, il est important!) et puis, ajouter l'alcool avec du citron, après avoir filtré à travers une passoire. Mélanger bien et bouteiller.
Boire la crème de limoncello au moins  après une semaine et toujours le conserver dans le congélateur pour y goûter à la bonne température!








SCIROPPO AL LIMONE

il succo di 10 limoni BIO (un litro circa)
1,250 kg di zucchero 

Con infinita pazienza, spremiamo il succo dai 10 limoni e lo mettiamo, dopo averlo filtrato, insieme allo zucchero in una pentola capiente. Mescoliamo bene e portiamo ad ebollizione. Facciamo bollire per 15 minuti, mescolando ogni tanto e schiumando se necessario, quindi spegniamo la fiammo. Facciamo raffreddare un pò  e imbottigliamo. Con queste dosi ho ricavato un litro e mezzo di sciroppo. Per ottenere una fresca limonata basterà diluirne una piccola quantità con l'acqua.




Share:

21 commenti

  1. Vedo che abbiamo gli stessi gusti riguardo al cibo..amo il limoncello e la mia ricetta è quasi indentica! belle foto (è difficile rendere l'idea della cremosità del liquore) ma dalle foto si vede benissimo!

    RispondiElimina
  2. Mi piace lo sciroppo, tantissimo!
    Ma dimmi una cosa, deve essere conservato in frigorifero?
    Brava Fuji, limone-dipendente anch'io

    RispondiElimina
  3. che bello! anche io non bevo alcolici e liquiri, però mamma ne fa tantissimi di questi liquori e uno è prorio questo qui: crema di limoncello. Ognit anto lo provo anche io:D
    bellissimo il tuo fujy!!!

    RispondiElimina
  4. Marina lo sciroppo, come tutti gli sciroppi così carichi di zucchero, può stare fuori dal frigo. Io lo tengo in frigo per averlo sempre fresco...:)

    RispondiElimina
  5. La crema di limoncello è una GRANDE passione, non ci avevo mai pensato a farla (sarà che sono una pigrona ???) ma le tue ricette provate finora sono sempre state una garanzia, quindi mi copio anche questa !!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. Che maraviglia!!!
    Ma lo sai che ho anch'io la ricetta pronta...
    Le calabresi sono in sintonia :)))
    Un bacione
    Eli

    RispondiElimina
  7. deve essere ottima!!!
    volevo invitarti al mio primo contest, se vuoi dare un'occhiata:
    http://idolcidicaia.blogspot.com/2011/08/il-mio-primo-contest-usa-sweet-usa-il.html
    ciao

    RispondiElimina
  8. Il limoncello non lo faccio mai...neppure la versione in crema, ma magari per i regali di Natale...ci potrei pensare!

    RispondiElimina
  9. Sembra davvero ottima...grazie dell'idea, credo proprio che la proverò!

    RispondiElimina
  10. Buonissimo il limoncello! ma la crema lo è ancora di più! ciao cara buona giornata!

    RispondiElimina
  11. Fantastica la crema di limoncello, il mio liquore preferito, ti copio subito la ricetta, anzi la metto da parte per l'anno prossimo. Bacioni

    RispondiElimina
  12. Tesoro sono napoletana e conosco bene il limoncello che non manca in nessuna casa da queste parti e con il famoso limone di amalfi viene fuori una magia ma devo dire che il tuo è decisamente superlativo....ecco adesso nonostante sia astemia un bicchierino di limoncello bello freddo ci starebbe benissimo!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  13. É una crema superbe!
    Complimenti mia cara e grazie di cuore della tua visita sempre ben accetta.
    Un chin chin alla tua salute.

    RispondiElimina
  14. Anche mia mamma faceva spesso lo sciroppo al limone, in effetti è un modo per farti una bella limonata quando vuoi :-D per il liquorino, ti dirò, è uno dei miei preferiti, ma purtroppo gli alcoolici mi fanno lo stesso effetto che fanno a te: le braccine cadenti e praticamente mi addormento :-P mi piace molto però :-D

    RispondiElimina
  15. Mamma mia che squisitezza!!!!!!!!!!! Complimenti!!! :-)

    RispondiElimina
  16. Adoro questi fantastici decori nella buccia di limone. I dettagli contano infinitamente..

    RispondiElimina
  17. Tesoro sono napoletana e conosco bene il limoncello che non manca in nessuna casa da queste parti e con il famoso limone di amalfi viene fuori una magia ma devo dire che il tuo è decisamente superlativo

    RispondiElimina
  18. Ciao, ho seguito la ricetta ma mettendo meno latte (500/700 cl anzichè 1 L) e più panna (450 ml di panna anzichè 400, cioè 250 ml di panna Mukky fresca e 200 ml di Parmalat da montare a lunga conservazione).
    L'ho imbottigliata domenica notte e messa in freezer, poco fa volevo provarla ma è solida. Ho messo troppa panna? O forse il motivo è che ho spento il composto latte/zucchero/panna/vaniglia troppo tardi (bolliva già)?
    Avevo fatto riscaldare il tutto molto lentamente (fiamma al minimo del fornello più piccolo), impiegando varie ore per arrivare a sobbollirla.Infatti non ha fatto in tempo a bollire troppo quando l'ho spenta, ma si vedevano le bollicine al centro.

    Sono disperata perchè una parte di quella crema l'ho regalata a un amico e vorrei correre ai ripari subito per ammortizzare la figuraccia: aiuto, esiste un modo per renderla meno densa? Così la correggo e gli regalo la seconda bottiglia.

    Se la tengo fuori dal freezer o direttamente fuori dal frigo c'è il rischio che non si conservi?

    Il sapore comunque sembra ottimo, ed è alcoolica al punto giusto. Solo che si può solo mangiare col dito.
    Panico, salvatemi.
    Grazie!

    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti consiglio di rifarla e se vuoi stare tranquillissima usa il latte intero al posto della panna...o almeno dimezza la dose di panna e aumenta quella di latte... la mia ricetta era già al limite, perchè a me piace cremosa....fai un litro e 200 di latte e 200 ml di panna.
      baci

      Elimina
    2. Ok, la prossima volta farò così.
      Grazie!

      Elimina

AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELLA L. 633/1941 E S.M.I,, È ESPRESSAMENTE VIETATO RIPRODURRE, COPIARE, PUBBLICARE, TRASMETTERE, DISTRIBUIRE, IN TUTTO O IN PARTE, IN MODO DIRETTO O INDIRETTO LE PAGINE CHE COSTITUISCONO IL BLOG, NONCHÉ IL MATERIALE, TESTI E FOTO, PROTETTI DAL DIRITTO D'AUTORE, CON QUALSIASI MEZZO, SENZA AVER OTTENUTO PREVENTIVAMENTE IL CONSENSO E SOLO A CONDIZIONE CHE VENGA CITATA CHIARAMENTE LA FONTE.

Blog Design Created by pipdig